Home Page Ricerca semplice Ricerca avanzata Lettura selettiva Lettura integrale
Il progetto

Il progetto

I testi e gli autori

I criteri di edizione

Istruzioni

Contattaci

Da sempre riconosciuti come fonti di primaria importanza per la ricerca storica, gli epistolari sono ormai stabilmente utilizzati anche dagli storici della lingua come strumenti per la ricostruzione di uno scritto medio, a metÓ fra l'elaborazione letteraria e l'espressione colloquiale e familiare. Con il CEOD si mette a disposizione di studiosi di diversa formazione (storici, italianisti, linguisti) un corpus costituito attualmente da circa 1350 lettere di 75 scriventi diversi (per oltre 600.000 forme complessive), quasi interamente inedite. Gli scritti documentano una notevole escursione, negli argomenti, nella provenienza geografica e nel livello socio-culturale degli scriventi: si va dalle incerte scritture familiari di uomini e donne comuni alle produzioni pi¨ sorvegliate (ma sempre di prevalente argomento privato) di intellettuali e politici, fino ai carteggi a forte connotazione civile e patriottica, come le lettere di Rosario Bagnasco e di altri patrioti siciliani. Fra gli scriventi e i destinatari figurano personaggi di rilievo nel panorama risorgimentale e postunitario, come Giuseppe Garibaldi, Francesco Crispi, Rosolino Pilo, Terenzio Mamiani della Rovere, Giuseppe La Masa, Angelo Mangani, Luigi Pianciani, Francesco Orioli, Agostino Depretis, Giulio Adamoli, Amalia Flarer Depretis, Giuseppe Gioacchino Belli, Francesco Mastriani, Ferdinando Martini.

Nella realizzazione del CEOD Ŕ stata riservata particolare attenzione alla sperimentazione di un modello ecdotico in grado di salvaguardare tutte le peculiaritÓ dei testi, sfruttando le possibilitÓ di resa iconica del tradizionale apparato critico consentite dal mezzo informatico e le modalitÓ di consultazione non sequenziale (inclusa la possibilitÓ di visualizzare alcuni originali) offerte dall'architettura ipertestuale e multimediale del sistema.

Il motore di ricerca consente di effettuare ricerche semplici (frasi, parole o parti di parole combinabili con operatori logici) sull'intero corpus o su sottoinsiemi stabiliti dall'utente e ricerche avanzate grazie a un sistema di marcature preventivamente realizzate sui testi.

La ricerca Ŕ stata ideata e realizzata dalle unitÓ di Siena Stranieri (coordinatore scientifico Massimo Palermo) e di Cassino (coordinatori scientifici Giuseppe Antonelli e Carla Chiummo) nell'ambito del programma PRIN 2001 "Tradizioni e testi. Edizioni, studi e strumenti per la Biblioteca Italiana Digitale", coordinato da Amedeo Quondam (UniversitÓ di Roma "La Sapienza"). Il progetto Ŕ stato successivamente ampliato grazie al programma PRIN 2005 "Archivio Italiano Tradizione Epistolare in Rete", coordinato da Angelo Stella (UniversitÓ di Pavia), al quale hanno partecipato, oltre a Siena Stranieri e a Cassino, anche le unitÓ di Milano (coordinatrice scientifica Silvia Morgana) e di Roma "La Sapienza" (coordinatore scientifico Ugo Vignuzzi).

I responsabili del CEOD, nel mettere a disposizione della comunitÓ scientifica l'archivio digitale e il motore di ricerca, auspicano la pi¨ ampia collaborazione con istituzioni, studiosi e gruppi di ricerca per l'ampliamento del corpus epistolare attraverso nuove edizioni di testi.

Contattaci: ceod@unistrasi.it

 

Partner

AITER

Biblioteca Italiana

I margini del libro

TLIoN